Cosa Fare e Dove Andare per San Valetino 2012

San Valentino, croce e delizia di single e non, è arrivato anche quest’anno con tutto il suo carico di aspettative e desideri.

Nonostante sia ormai un luogo comune definire il giorno degli innamorati una festa consumistica e priva di valore, sono ben poche le coppie che non lo festeggiano.
Sotto sotto ci si aspetta sempre un pensiero, un’attenzione in più da parte del partner o magari una bella sorpresa.

Per chi è a corto di idee ma vuole organizzare qualcosa di speciale per rendere unico questo giorno la tendenza, anche in tempi di crisi, è quella di stupire con originalità.
Vanno molto di moda i week end in Spa di lusso all’insegna del benessere e di trattamenti appositamente studiati per lui e per lei.

Sono molto gettonati anche i fine settimana nelle città europee dell’amore, Parigi e Praga in testa, da trascorrere negli alberghi più romantici e nei ristoranti più esclusivi. Insomma piace dedicarsi qualcosa di veramente speciale anche se questo comporta qualche sacrificio economico in più. Per le coppie che vogliono concedersi un’esperienza indimenticabile c’è chi organizza cenette in barca, aperitivi su galeoni antichi, o deliziose serate a bordo di tram d’epoca.

Oppure ci sono gli agriturismi e gli hotel che offrono servizi particolarmente graditi come l’idromassaggio e la sauna in camera o la sistemazione in suite ad alto tasso di romanticismo dove ogni particolare viene curato al dettaglio per offrire alla coppia un soggiorno da mille e una notte.

Non ci si limita più, ad esempio, alla classica bottiglia di champagne con calici in fresco, in camera l’atmosfera viene riscaldata dall’utilizzo di aromi afrodisiaci, di luci soffuse e di petali di fiori sul letto.

Se invece si sceglie il classico ristorante nel quale passare una serata diversa dal solito la tendenza predilige i luoghi in cui è possibile degustare una deliziosa cenetta senza essere disturbati da nessuno. Sono infatti sempre più numerosi i locali che per SanValentino offrono agli ospiti privacy e discrezione allestendo aree riservate solo alla coppia che per l’occasione può scambiarsi coccole ed effusioni in intimità.

Ovviamente anche il menù è a tema ed è quasi sempre a base di pesce, frutta esotica e spezie.

Un biglietto per due in tutti i musei statali

Quest’anno il Ministero per i Beni e le Attività Culturali propone, in concomitanza con il 14 febbraio, l’iniziativa intitolata “A San Valentino, innamorati dell’arte”, grazie alla quale in tutti i musei, monumenti e siti archeologici statali è possibile entrare in due pagando un solo biglietto d’ingresso. Un’ottima idea che promuove la diffusione della cultura e l’amore per le cose belle della vita che l’arte da sempre celebra.

Un’alternativa low budget se le idee scarseggiano e si vuole comunque fare bella figura.

La storia del Santo che dedicò la vita all’amore

Forse non tutti sanno che San Valentino si festeggia da oltre 1500 anni e che questo Santo, morto martire nel 273 d.C, era molto conosciuto per aver dedicato tutta la sua vita all’amore e alla conversione dei pagani al cristianesimo.
Attorno all’esistenza di quest’uomo ruotano anche molte leggende come quella della riappacificazione degli amanti avvenuta per merito del Santo stringendo il gambo di una rosa, o del matrimonio fra una giovane cristiana e un centurione romano al capezzale di lei morente contro il volere della famiglia.

Valentino venne anche nominato nel 197 d.C. vescovo di Terni e divenne molto popolare per la sua bontà d’animo e per i numerosi miracoli a lui attribuiti, per le stesse ragioni era particolarmente osteggiato dal potere temporale dell’epoca impegnato in una estenuante lotta contro i cristiani.